Alleviare il prurito del rash cutaneo della scarlattina: rimedi casalinghi

Alleviare il prurito del rash cutaneo della scarlattina: rimedi casalinghi

La cura d’elezione per la scarlattina consiste nall’assunzione di antiobiotici da assumere per almeno una settimana, la terapia farmacologica può essere accompagnata dall’assunzione di probiotici utili per ripristinare la flora batterica buona e per alleviare il prurito del rash cutaneo della scarlattina si possono seguire diversi rimedi naturali e casalinghi. Trattandosi di un’infezione batterica di età pediatrica è molto importante mantenere ben idratato l’organismo infiammato e far riposare il più possibile il bambino che viene colpito dall’agente patogeno; i soggetti se ben curati guariscono nel giro di due settimane. Per attenuare il prurito legato all’eruzione cutanea è possibile utilizzare alcuni rimedi naturali come ad esempio far fare al bambino dei bagni tiepidi oppure degli impacchi con acqua e bicarbonato di sodio, oppure con amido di riso, per alleviare l’infiammazione viene consigliata anche l’avena.

Alcuni unguenti che possono spegnere l’infiammazione

alleviare il prurito del rash cutaneo della scarlattina
alleviare il prurito del rash cutaneo della scarlattina

In caso di prurito ed infiammazione legata alla scarlattina si consiglia anche l’applicazione dell’olio di vinaccioli ma può essere usato come lenitivo anche l’olio d’oliva, meglio procedere con un bagno rilassante, e poi tamponare la pelle del bambino con un asciugamano senza esercitare troppa pressione, una volta che la pelle risulterà ben asciutta si può applicare l’olio di vinaccioli o l’olio d’oliva facendolo assorbire completamente per ottenere così un buon effetto lenitivo sull’eruzione. Un altro rimedio naturale con cui placare il prurito ed il fastidio provocato dal rash cutaneo della scarlattina consiste nell’applicare qualche goccia di aceto di mele su un panno di cotone ed eseguire un lieve massaggio sul corpo in corrispondenza dell’area di maggiore concentrazione dell’eruzione, è bene ripetere l’operazione almeno 2 volte al giorno. Di grande ausilio si rivela anche l’olio essenziale di lavanda a cui ascrivere delle proprietà antinfiammatorie ed antisettiche, si può applicare  qualche goccia di olio essenziale di lavanda diluito con un cucchiaio di olio di mandorle dolci sulla pelle dell’ammalato facendo dei massaggi delicati che riducono l’infiammazione.