Impetigine complicanze

Impetigine complicanze

Nel caso in cui una malattia della pelle come l’impetigine non guarisce bene può provocare  l’insorgenza di complicanze, per cui è necessario intervenire tempestivamente ed in maniera corretta sui sintomi attraverso un trattamenti a base di antibiotici sotto forma di creme da applicare localmente o di presidi medici ad uso orale. In genere le lesioni che caratterizzano questo tipo di infezione di natura batterica si presentano come piccole vesciche, ma in caso di complicazioni, possono assumere una forma più estesa soprattutto come conseguenza della contaminazione attivata mediante il meccanismo di diffusione da contatto e per l’azione del grattarsi con le mani sporche. La principale forma di complicanza dell’impetigine è rappresentata dall’epidemia, una conseguenza dovuta all’alto livello di contagiosità dell’infezione cutanea, in genere vengono colpite le persone più vicine al malato, a provocare il contagio è la trasmissione dei batteri che avviene quando le bolle piene di pus scoppiano e determinano la dispersione dei patogeni (stafilococchi e streptococchi responsabili del focus infettivo cutaneo). Altre informazioni su http://www.my-personaltrainer.it/benessere/impetigine.html.

Le complicanze più comuni

impetigine complicanze

impetigine complicanze

Nella maggior parte dei casi la malattia infettiva tende a colpire la cute e se non viene curata in maniera adeguata può portare alla comparsa di ectima che rappresenta la forma più grave della malattia; in alcuni casi si può sviluppare come complicazione  l’adenopatia: l’impetigine può peggiorare in  linfoadenite satellite, con un’infiammazione dei linfonodi. La formazione di ulcere di natura pruriginosa e piene di pus causa episodi di ectima: una forma di impetigine più grave che si caratterizza per la presenza di ulcerazione, l’impetigine  può evolvere fino a penetrare in profondità attraverso la pelle provocando la formazione di lesioni cicatriziali e di alterazioni della pigmentazione cutanea. L’impetigine come infezione primaria può esporre il soggetto al rischio di sviluppare come complicanze possibili problemi ai reni o febbre reumatica. Le forme gravi di impetigine potrebbero scatenare delle complicanze renali soprattutto se l’affezione è stata attivata dallo streptococco beta emolitico di gruppo A si parla in questo caso di glomerulo-nefrite streptococcica. Un’altra complicanza associata all’impetigine è la SSSS (Staphylococcal Scalded Skin Syndrome) nota anche con la definizione di malattia di Ritter, il paziente oltre ad evidenziare pustole, bolle ed eritema diffuso risente anche di alterazione termica.