Scarlattina bromelina effetti benefici

Scarlattina bromelina effetti benefici

In caso di scarlattina può essere utile l’assunzione della bromelina che possiede numerosi benefici per la salute umana. Questo enzima proteolitico, contenuto nel frutto e nel gambo dell’ananas ed una seconda forma di bromelina si concentra nel succo, svolge un’importante azione antinfiammatoria, a cui si vanno ad aggiungere altre virtù preziose per l’uomo quali l’azione antiedematosa, l’effetto immunostimolante, la proprietà antidiarroica, l’azione antitrombotica. La bromelina è capace di proporre un’azione sinergica con gli antibiotici per cui può essere utilizzata come terapia complementare per potenziare l’effetto terapeutico offerto dalla cura antibiotica ed antibatterica; il paziente che viene sottoposto ad un clico antibiotico può quindi sorseggiare del succo d’ananas con lo scopo di aumentare l’assorbimento dei principi attivi contenuti negli antibiotici da parte dei tessuti del corpo. Questa azione sinergica nei confronti della cura antibiotica è stata avvalorata dai dati raccolti nel corso di alcune ricerche che hanno dimostrato come la bromelina sia in grado di aumentare la capacità di assorbimento delle penicilline e delle tetracicline, tra le classi di antibiotici più comunemente prescritti insieme a cefalosporine ed eritromicina per il trattamento della scarlattina; inoltre la bromelina è capace di ridurre gli eventuali effetti collaterali associati a questa categoria di farmaci. Si raccomanda quindi nel caso di trattamento di diverse infezioni batteriche come rimedio benefico la combinazione degli antibiotici con la bromelina.

L’azione immunologica dell’enzima proteolitico

scarlattina bromelina
scarlattina bromelina

Un altro valido motivo per assumere la bromelina in caso di infezioni batteriche è dato dal fatto che questo enzima proteolitico può migliorare le difese immunitarie e favorire lo sviluppo di citochine nelle cellule mononucleate del sangue periferico stimolando così la produzione del fattore di necrosi tumorale alfa (TNFα), interleuchina-1-beta, e interleuchina-6, un altro effetto immunologico da scrivere all’azione della bromelina è offerto dalla capacità di agevolare l’attivazione dei linfociti T a cui spetta l’immunità cellulare.