Scarlattina gravidanza cosa può comportare

Scarlattina gravidanza

Se una donna contrae la scarlattina nel corso dei nove mesi della gravidanza deve essere prontamente sottoposta ad un’adeguata cura farmacologica ed infatti solo se viene curata con antibiotici compatibili con la gravidanza si scongiurano eventuali complicanze che possono colpire sia la futura mamma sia il nascituro. A quanto pare dunque la scarlattina in gravidanza non causa malformazioni al feto, per tale motivo è importante non lasciarsi prendere da inutili allarmarsi e rivolgersi prontamente al proprio medico curante che potrà eventualmente sottoporre la paziente a tutti gli esami del caso per poter diagnosticare accuratamente il grado dell’infezione batterica e procedere così con la prescrizione della specifica terapia antibiotica. Qualora una gestante entri in contatto diretto con un soggetto affetto ad tale malattia esantematica di natura batterica è bene dunque rivolgersi al proprio ginecologo che valuterà l’eventualità di fare un tampone vaginale o di avviare una copertura antibiotica. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Scarlattina contagio adulti: è pericolosa in gravidanza?

I casi di malformazioni: le eventualità

scarlattina gravidanza
scarlattina gravidanza

In ambito clinico gli specialisti sostengono che la scarlattina contratta durante la gravidanza non espone la gestante a dei rischi, anche se c’è chi sostiene che possano verificarsi degli effetti che si traducono in eventuali casi di parto prematuro: la propagazione dei batteri nella vagina potrebbe infatti causare la rottura prematura delle membrane  determinando la possibilità che il nascituro contragga durante il parto la scarlattina, questa ipotesi è alquanto rara e si viene a verificare quando l‘infezione da streptococco raggiunge l’apparato genitale. Altri specialisti invece sono concordi nel sostenere che la scarlattina se contratta nei primi tre mesi di gravidanza può causare delle malformazioni al feto dal momento che nel corso dei primo trimestre della gestazione avviene la formazione degli organi. È certo però che  l’infezione batterica responsabile della scarlattina durante la gravidanza viene vissuta dalla gestante con un quadro clinico alquanto molesto, caratterizzato da sintomi quali: la tipica eruzioni cutanea associata a febbre alta, emicrania, mal di gola, difficoltà a deglutire. Maggiori notizie su Scarlattina in gravidanza:temerla o no?