Sintomi e complicazioni della scarlattina nei neonati

Sintomi e complicazione della scarlattina nei neonati: c’è da preoccuparsi?

Nel precedente articolo Incubazione scarlattina: quanto dura? si è visto quanto tempo resta inerme nell’organismo lo streptococco del gruppo A che causa la scarlattina. In questo, invece, vediamo come si manifesta fisicamente tale affezione cutanea e soprattutto cosa si rischia nel momento in cui non si cura in tempo. Partiamo col dire che i segni fisici caratteristici della scarlattina nei neonati sono l’eruzione cutanea formata da tante macchioline dal colore rosso scarlatto, da cui poi deriva il nome della stessa. A questa eruzione cutanea si accompagna la comparsa di linee rosse, che rappresentano le pieghe della pelle intorno a inguine,ascelle, gomiti, ginocchia e collo di un colore più scuro rispetto alla circostante eruzione cutanea. Segue poi la cosiddetta lingua a fragola, caratterizzata dall’arrossamento e rialzamento delle papille gustative; sebbene sia sempre rossa, nelle prime fasi della malattia può assumere l’aspetto biancastro. 

Si corre il rischio di…

In foto la famosa lingua a fragola tipica della scarlattina nei neonati e adulti
In foto la famosa lingua a fragola tipica della scarlattina nei neonati e adulti

Nel precedente paragrafo si è parlato della sintomatologia con cui si presenta la scarlattina nei neonati che comunque può essere allargata alla reazione adulta (Si veda anche La scarlattina come si presenta?). In questo, invece, vediamo che cosa potrebbe accadere ad un bambino, qualora la malattia non si scoprisse e non si curasse in tempo. Le complicazioni dovuti alla scarlattina, per quanto rare, esistono e interessano:

  1. tonsille
  2. seni paranasali
  3. pelle 
  4. sangue
  5. orecchie

In altri soggetti più deboli, la scarlattina può comportare la febbre reumatica, che può compromettere la funzionalità del cuore, delle articolazioni e del sistema nervoso.

Quindi, il consiglio da dare è consultare immediatamente il pediatra o il medico di famiglia rispettivamente in caso di bambini o adulti, il quale saprà riconoscere e consigliare la cura più rapida ed efficace possibile, al fine di evitare le suddette complicazioni.