Sintomi della scarlattina nei bambini, eccone alcuni

Sintomi della scarlattina neibambini: incubazione e contagio

La scarlattina è un’infezione contagiosa causata dagli stessi batteri che causano mal di gola. In alcuni casi, infatti, se il bambino ha mal di gola, si può sviluppare la scarlattina. Inoltre il bambino, quando viene colpito dalla scarlattina, presenta un rash cutanea, che oltre a sembrare come carta vetrata al tatto, è caratterizzato da piccole protuberanze rosse. La malattia comunemente si verifica tra i 2 ei 10 anni e si diffonde attraverso il contatto diretto con un bambino che è stato infettato. In quanto all’eruzione cutanea, si presenta nel giro di 1-2 giorni dopo che si è stati colpiti dalla malattia (periodo di incubazione). Prima che l’eruzione cutanea si sviluppi, la scarlattina può causare una varietà di sintomi nel vostro bambino, tra cui:

  • Febbre
  • Mal di gola
  • Brividi
  • Mal di testa
  • Vomito
  • Mal di stomaco
  • Una patina bianca sulla lingua

I sintomi della scarlattina nei bambini sono del tutto simili a quelli che presentano gli adulti quando vengono colpiti dalla malattia.

 Come curare la malattia

Sintomi della scarlattina nei bambini malattia
Sintomi della scarlattina nei bambini: le guance rosse sono un classico.

Il trattamento per la scarlattina è uguale a quello per mal di gola. E’ importante fare andare il proprio bambino a scuola o all’asilo fino a quando non ha effettuato la cura sotto antibiotici per almeno 24 ore. Inoltre, bisogna assicurarsi di informare tutte le persone che possono entrare in contatto con il proprio bambino. Il pediatra prescriverà un antibiotico per curare l’infezione. Altre opzioni di trattamento possono includere:

  • Caldi gargarismi per alleviare il mal di gola
  • Maggiore assunzione di liquidi
  • Paracetamolo per la febbre (non dare l’aspirina)

La scarlattina è contagiosa e quindi, quando si entra in contatto con un malato è consigliabile lavarsi le mani in maniera frequente per evirare il contagio della malattia. La scarlattina si può curare tranquillamente ma può provocare delle complicazioni come la meningite. Per questo, è sempre meglio cominciare la cura il più presto possibile.