Sintomi scarlattina: come riconoscerli?

Sintomi scarlattina: quando appaiono?

La scarlattina è una malattia infettiva caratterizzata da mal di gola, febbre e una caratteristica infezione cutanea. La scarlattina è causata da una infezione da streptococco di gruppo A, gli stessi batteri responsabili di mal di gola e di altre infezioni della pelle come erisipela e impetigine. La scarlattina è prevalentemente una malattia infantile che si verifica nei bambini di 2-10 anni di età, anche se può verificarsi meno frequentemente nei bambini più grandi e negli adulti. I tassi di incidenza e mortalità associati a questa malattia, molto temuta in passato, sono notevolmente diminuiti a causa dell’introduzione degli antibiotici. I sintomi scarlattina cominciano di solito 1-4 giorni dopo l’esposizione alle infezioni da streptococco (periodo di incubazione). Come accennato in precedenza, la scarlattina si verifica in genere in associazione con una infezione da streptococco faringeo, quindi molti dei sintomi e dei segni inizialmente saranno simili a quelli del mal di gola.

Sintomi più diffusi

Sintomi scarlattina segnali
Sintomi scarlattina: la lingua spesso diventa rossa e gonfia.

La gola può apparire arrossata e gonfia, e ci possono essere macchie bianche sulle tonsille o sulla parte posteriore della gola. Non mancano anche mal di testa, brividi, febbre, nausea, vomito e dolori addominali. Circa 1-4 giorni dopo l’inizio della malattia, compare una caratteristica eruzione cutanea. L’infezione inizia in genere sul petto, collo e sulla zona delle ascelle. Successivamente si diffonde ad altre parti del corpo. Il rash è spesso più pronunciato e arrossato nelle pieghe cutanee come l’ascella, il collo, la zona inguinale, gomito e ginocchio. Il viso può apparire arrossato e la zona intorno alla bocca può apparire pallida. L’eruzione può durare tra 2-7 giorni. Dopo che l’eruzione comincia a scomparire, la pelle si desquama. L’estensione e la durata della desquamazione della pelle è direttamente correlata alla gravità iniziale del rash. Le aree colpite sono le dita dei piedi, palmi della mani, ascelle, e l’inguine. Inoltre, durante i primi 1-2 giorni di malattia, la lingua può avere un rivestimento di colore bianco.